Anche se potrebbe sembrare che il tendiscarpe sia un altro gadget superfluo, in realtà è un step obbligatorio nella cura delle calzature, soprattutto quelle eleganti. A parte che questo accessorio ha il compito di mantenere la forma iniziale delle scarpe, esistono anche quelli che aiutano ad allargarle e adattarle meglio ai piedi.

Utilizzare il tendiscarpe garantisce maggiore sostenibilità e longevità delle scarpe.

A cosa serve il tendiscarpe?

Il tendiscarpe è un accessorio a forma simile a quella del piede, da inserire all’interno della scarpa, che ha il compito di tendere la tomaia e mantenerla in stato originario anche dopo un uso prolungato. Questo è estremamente importante nel caso di calzature in pelle, la tomaia delle quali è molto elastica e si adatta alla forma del piede. Per questo, col tempo, ci può comparire la sagoma delle dita o le varie pieghe. L’utilizzo di un tendiscarpe farà sì che le scarpe appariranno più nuove di quanto non lo siano in realtà.

Le deformazioni sulla tomaia possono comparire anche a causa dell’umidità. La pelle vera la assorbe, quando il piede suda o durante la pioggia. Quando le scarpe si asciugano senza nessun riempimento, il materiale della tomaia si deforma. Per fortuna, ci si può rimediare.

Tendiscarpe: legno o plastica?

L’elasticità della pelle naturale fa sì che è facile darle una forma concreta. Grazie a ciò, l’utilizzo del tendiscarpe permetterà di ridare alle scarpe la loro forma originale. L’importante è che il tendiscarpe riempi precisamente tutta la scarpa. Assicurati, dunque, che lo strumento sia esattamente della stessa taglia delle tue calzature.

In commercio sono disponibili i tendiscarpe di diversi materiali. I più comuni sono in plastica e in legno. Quale scegliere? Il secondo ha un enorme vantaggio – assorbe bene l’umidità e neutralizza gli odori, grazie a ciò, le scarpe si asciugano più in fretta. Gli esperti consigliano, specialmente per la pelle vera, il tendiscarpe in legno di cedro, ma va benissimo anche in quello di faggio.

Quelli in plastica, anche se più economici, non sono una buona scelta, principalmente per il fatto che non possiedono proprietà di assorbimento. Tuttavia, si possono utilizzare per mantenere la forma iniziale delle scarpe sportive, dotate di adeguate tecnologie che portano via l’umidità.

Come usare tendiscarpe?

Bene, conosci già i vantaggi di usare questo gadget, ma come applicarlo? La cosa più importante è la sistematicità. Va inserito nelle scarpe ogniqualvolta le togli dai piedi.

Il consiglio dell’esperto:

Il tendiscarpe andrebbe usato dal momento dell’acquisto di scarpe nuove, in modo da rallentare il processo del loro invecchiamento.

All’inizio dell’articolo ho accennato che in commercio esistono anche i tendiscarpe per allargare le calzature. Questo accessorio è molto d’aiuto nel caso in cui le scarpe nuove risultano un po’ strette. Sono dotati di un elemento aggiuntivo che esercita maggiore pressione sul tallone, allargando così la tomaia. In un altro articolo sul nostro blog conoscerai altri metodi per allargare le scarpe in pelle.

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi