L’abbigliamento in tartan, il trench o gli stivali di gomma sono solo alcuni elementi del guardaroba amati dalle donne britanniche. A una di loro le dobbiamo un’invenzione intramontabile sotto forma di minigonna, ad un’altra invece l’indossare i “wellies” per tutti i giorni. Scopri cosa caratterizza lo stile british e lasciati ispirare, creando outfit autunnali e invernali!

Nel periodo delle piogge, per creare gli outfit per la stagione autunno-inverno, vale la pena osservare lo stile delle donne britanniche.

La moda inglese negli anni ‘60 del XX secolo: la prima gonna mini e Twiggy

Quando nelle orecchie dei britannici risuonava la musica dei Beatles, le giovani donne non volevano più vestirsi come le loro mamme. Si propose di soddisfare questa esigenza la stilista Mary Quant, la quale progettò la prima minigonna. Le inglesi avevano bisogno di qualcuno che mostrasse loro come indossare questo capo. Per quel ruolo era perfetta Twiggy. La supermodella inglese era la quintessenza del canone di bellezza di quei tempi e con orgoglio indossava le rivoluzionarie minigonne, e anche i cappotti avvolgenti, abiti a trapezio, che abbinava alle scarpe con suola bassa.

Attuali icone di stile british

Un’icona moderna dello stile britannico, non meno nota della Twiggy, è Kate Moss. La supermodella è famosa per come abbina gli elementi che apparentemente non corrispondono, come ad es. stivali da pioggia ad un blazer elegante. Un’altra donna britannica, alla quale si ispirano le donne di tutto il mondo, è Victoria Beckham. La moda è diventata una parte della sua vita così importante, che ha deciso di diventare una stilista. E poiché la Gran Bretagna è una monarchia, le figure importanti nel contesto della moda vi sono anche le duchesse: Kate i Meghan.

Victoria e David al matrimonio della coppia reale.

Stivali di gomma: scarpe „regali” ideali per la pioggia

Sai già a chi ispirarsi riguardo lo stile britannico. Adesso ti dirò quali elementi ti serviranno per poter creare questo tipo di outfit. Innanzitutto gli stivali da pioggia. Per via delle condizioni meteo sulle Isole, le donne britanniche amano queste calzature. La già menzionata Kate Moss le ha rese delle scarpe trendy, ideali per gli outfit casual.

Lo sai che…?

Gli stivali da pioggia più popolari al mondo sono i Hunter. Questo brand è il fornitore ufficiale di scarpe outdoor per la corte reale.

I Hunter sono disponibili in versione alta e bassa. Stanno bene sia con i vestiti che con i pantaloni.

Trench

Quando Thomas Burberry progettava il cappotto per l’esercito britannico, di sicuro non se l’aspettava che questo diventerà uno dei soprabiti evergreen. Questo cappotto è dotato di fibbie, spalline, tasche e bottoni doppiopetto. Come indossarlo? Abbinalo ad un paio di classiche pumps nere o alla loro alternativa autunno-invernale, ovvero agli stivali con tacco.

4052

Le scarpe stiletto nere sono un must have nel guardaroba delle icone di stile, come: Kate Moss, Victoria Beckham e Meghan Markle.

Tartan

Inglese, scozzese o pied de poule? Indipendentemente dal tipo, i quadri sono sinonimo dello stile british. Cosa importante, è una delle trame top, che saranno in voga nella stagione autunno-inverno 2019/20. Sono bellissimi i cappotti e le gonnelline in tartan, ma questa fantasia sta benissimo anche sugli accessori. Una sciarpa a quadri renderà più interessante anche il più semplice dei cappotti. Se ti piace puntare su accessori particolari, in questa stagione opta per le scarpe in tartan. Saranno un completamento stiloso degli outfit a tinta unita.

4053

Grazie agli accessori come sciarpa, borsa o scarpe il tuo look acquisirà più carattere.

Come vedi, lo stile british non è poi così complicato. Basta un paio di wellies, un trench e una sciarpa a quadri, per essere stilose anche quando piove a dirotto.

Autore

Patrycja Stasiak

Seguo continuamente le tendenze delle passerelle. Mi ispiro allo stile di Victoria Beckham e Carrie Bradshaw. La mia scarpiera è strapiena di décolleté e tronchetti. La mia seconda passione, dopo la moda, è il make-up. Nella vita privata sono amante della natura e della bici.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi