La pelle vera è il materiale più popolare utilizzato per la produzione di calzature, borse e pelletteria. Le persone la scelgono per la sua alta resistenza e il suo aspetto unico. In commercio sempre più spesso sono disponibili le scarpe e gli accessori in ecopelle, un materiale sintetico. Che differenza c’è tra pelle vera e quella ecologica, e quale delle due sarà la scelta migliore?

Anche se a prima vista questi due materiali sembrano identici, esistono molte differenze tra di loro.

Pelle vera o ecopelle: come vengono fabbricate?

La prima è un materiale di origine animale. Per la produzione di calzature o borse viene utilizzata di solito la pelle di bovino. Questo materiale viene sottoposto a molti processi: pulizia, concia, rifinizione e conservazione. Da questi dipende che odore e texture avrà il prodotto finito.

A causa della crescente consapevolezza dei diritti degli animali e delle questioni etiche, in commercio è comparsa anche l’ecopelle. La sua fabbricazione è un processo completamente chimico e non ha niente a che vedere con la sofferenza degli animali. L’ecopelle è un materiale sintetico: poliuretano rivestito con uno strato di policloruro di vinile (PVC).

Pelle vera o ecopelle: differenze di prezzo a favore del materiale sintetico

Sebbene le scarpe e gli accessori di pelle naturale vengono apprezzati da molta gente per la loro texture inconfondibile e per il loro aspetto intramontabile, bisogna ammettere una cosa – i loro prezzi possono essere terribilmente alti. Per questo motivo, gli accessori in pelle ecologica vengono scelti non solo da coloro che hanno a cuore il bene degli animali. Sono molto più economici delle loro equivalenti di materiale naturale.

Un altro vantaggio della pella ecologica è il fatto che è molto più facile decorare i prodotti realizzati in essa, che in pelle vera. Inoltre, si trovano in tanti colori e design, il che è difficile nel caso dei materiali di origine animale.

Resistenza: un punto per la pelle vera

E cosa invece propende a favore delle calzature, borse o guanti in pelle naturale? Prima di tutto la loro lunga durata, gli accessori in pelle vera durano molte stagioni. Tutto merito non solo di una lavorazione di alta qualità, ma anche delle proprietà del materiale stesso, che è più resistente del sintetico all’usura d’attrito, graffi e crepe. Quindi, se stai pensando quale pelle, naturale o ecologica, sarà un investimento per anni, la risposta è: la prima. Tutto perché il materiale di origine animale è più spesso e più rigido, cose che influiscono sulla sua longevità.

Quale dei materiali è più facile da pulire?

Ogni materiale, naturale o sintetico che sia, deve essere curato in modo adeguato per poter godere a lungo dei prodotti realizzati di essi. Nel caso di ecopelle la pulizia non è molto complicata, basta passarci regolarmente un morbido panno umido. Inoltre, le scarpe in pelle ecologica non necessitano di lucidatura, cosa che è invece essenziale nella cura di calzature in pelle fiore. Maggiori informazioni sulla pulizia di scarpe in pelle vera, troverai in un altro articolo sul nostro blog.

Il consiglio dell’esperto:

Indipendentemente dal fatto che tu scelga le scarpe in pelle naturale o ecologica, in entrambi i casi bisogna impermeabilizzarle per creare uno strato resistente all’acqua.

D’altra parte, la pelle vera è un materiale molto più elastico, che si adatta alla forma del piede, il che aiuta a evitare le abrasioni e le vesciche, e non provoca allergia – cosa che invece può capitare nel caso di materiale sintetico. Inoltre, le scarpe di materiale naturale sono più traspirabili, grazie a ciò i piedi non sudano.

Come distinguere la pelle naturale da quella ecologica?

Le calzature o gli accessori ben fatti, realizzati in ecopelle di alta qualità, possono essere identici a quelli fatti di un materiale “vero”. Allora, come si fa a distinguere la pelle vera dall’ecopelle? La prima indicazione dovrebbe essere ovviamente l’etichetta, dove il produttore è obbligato a fornire le informazioni sulla composizione del prodotto. Presta attenzione anche alla texture dell’articolo stesso. Quelli in pelle naturale avranno una disposizione dei pori più irregolare, invece nel caso della equivalente sintetica sarà possibile notare la ripetibilità dei pattern.

Nella distinzione tra il materiale naturale e sintetico ti saranno d’aiuto anche altri sensi: il tatto e persino… l’olfatto. Come riconoscere la pelle vera? Toccala! È più spessa e più rigida dell’ecopelle, che ha una texture abbastanza scivolosa. La pelle vera ha anche un odore caratteristico e inimitabile, invece quella sintetica o non ce l’ha proprio oppure (se di bassa qualità) odora di gomma.

Cosa scegliere?

Il fatto se è meglio scegliere la pelle naturale o ecologica, dipende esclusivamente dalle tue necessità. Se ci tieni ad una vasta scelta, al prezzo basso e al prodotto ottenuto senza far soffrire gli animali, opta per l’ecopelle. Se invece per te contano di più la resistenza e il comfort, la soluzione migliore saranno i prodotti in materiali di origine animale.

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi