Ti piace apparire femminile a prescindere dalla situazione e non vuoi che la stagione costituisca un ostacolo in questo riguardo? Allora, nelle giornate più fredde punta sulle scarpe invernali che non solo riscalderanno i tuoi piedi ma sottolinearanno anche il carattere femminile di qualsiasi outfit. Di seguito troverai alcune proposte di questo tipo di scarpe.

Tronchetti o stivali? Continua a leggere per scoprire quali scarpe invernali scegliere.

Tronchetti con tacco largo

I tronchetti scelti adeguatamente enfatizzano benissimo la forma delle gambe femminili. Tra i modelli disponibili, la scelta migliore per l’inverno saranno decisamente i tronchetti in pelle. Questo materiale riesce a trattenere molto meglio il calore che ad es. il camoscio, e la sua impermeabilizzazione è semplice, il che permette di proteggere le scarpe da fattori esterni nocivi, così frequenti in inverno.

I classici tronchetti con tacco largo sono un’ottima scelta come scarpe per l’inverno. Non solo si abbinano ad ogni tipo di outfit, ma garantiscono la stabilità, il che è fondamentale in esigente clima invernale. I tronchetti con tacco largo rientrano decisamente nello stile femminile, poiché slanciano e snelliscono le gambe. Proprio per questo motivo staranno benissimo negli outfit invernali, quando indossi i capi piuttosto ampi e caldi.

Tronchetti con tacco a spillo

La proposta di scarpe invernali per le donne più coraggiose – tronchetti con tacco a spillo. Sono delle scarpe ultra femminili, che puoi indossare tutto l’anno, anche in inverno. Si presentano meravigliosamente abbinati ai classici cappotti di lana, ma non solo!

Tronchetti neri con tacco a spillo e cappotto grigio melange è un abbinamento che non passerà mai di moda. Appare molto nobile, soprattutto se indossato con altri elementi del guardaroba di colore nero.

Sei la tipica donna che soffre il freddo e il cappotto di lana è troppo poco per te, per essere sicura che non avrai freddo? I tronchetti con tacco a spillo ti permetteranno di mantenere un aspetto femminile anche se indosserai un enorme cappotto piumino o trapuntato.

Il consiglio della stilista:

Se ti piacciono i tronchetti con tacco a spillo ma non sei sicura se è il tacco adatto a te, opta per uno spillo più basso – tipo kitten heel. Attualmente è molto in voga!

Stivali sotto il ginocchio

Gli stivali sotto il ginocchio sono trendy quanto i cuissardes. Permettono di scoprire un po’ di più le gambe, per questo appaiono meglio quelli più larghi, in stile disinvolto.

Nelle ultime stagioni sono tornati di moda sia i tronchetti che gli stivali bianchi. Vuoi sapere come abbinare i tronchetti bianchi? Puoi leggere di più in un altro articolo, disponibile sul nostro blog.

Gli stivali sotto il ginocchio sono anche un ottimo modo per sfruttare i capi estivi in inverno. Nel tuo armadio giacciono i vestiti floreali di lunghezza midi o maxi? Indossali con gli stivali sotto il ginocchio e con i collant. Addosso metti una pelliccia corta, e l’outfit di tendenza in stile vintage è pronto.

Cuissardes, cioè stivali sopra il ginocchio

Un elemento degli outfit invernali da donna più glamour sono decisamente gli stivali cuissard. Slanciano e sottolineano perfettamente le gambe, e in più rendono possibile indossare il vestito anche in inverno!

Gli stivali verniciati possono essere associati allo stile grezzo di Julia Roberts nel film ,,Pretty Woman”. Tuttavia, questo tipo di calzature è comparso alle ultime settimane di moda. Come indossarlo? Con i tessuti opachi e i modelli oversize.

Anche i classici stivali sopra il ginocchio sono una buona base per gli outfit meno eleganti ma più streetwear. Una comoda giacca bomber, una gonna mini e gli stivali alti sono un abbinamento moderno e di carattere, ispirato allo stile delle Kardashian.

Autore

Ewelina Gajoch

Sono amante dell'alta moda, tuttavia di solito scelgo l'intramontabile stile francese, ispirandomi alle influencer parigine. Nella vita privata sono appassionata d'arte, in particolare di pittura di Edward Hopper, di viaggi brevi e lunghi e di Harry Potter.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi