La corsa sembra essere lo sport più facile del mondo. Può farlo chiunque e dovunque, e l’unica attrezzatura che serve sono le scarpe. Soltanto all’apparenza, ma scegliere il modello giusto può essere una grande sfida. Quali scarpe da corsa da uomo ti permetteranno di ottenere risultati migliori senza il rischio di contusioni? Lo scoprirai nella nostra guida.

Quali sono le scarpe migliori per correre? Non esiste un’unica risposta giusta a questa domanda. Tutto dipende dal tipo di piede e dalla superficie sulla quale correrai.

Come scegliere le scarpe da corsa?

Le scarpe scomode sono l’ultima cosa che vorrebbe un runner. Per questo, scegliendo le scarpe da running, ricorda che devono essere un po’ più grandi – ma non troppo! – di quelle che indossi solitamente. Scopri come misurare la lunghezza del piede e al risultato ottenuto aggiungi circa 0,5-1 cm. Dall’altro lato, non dovrebbero essere nemmeno troppo grandi o larghi. Anche perché le scarpe troppo larghe possono semplicemente cadere dai piedi, e non è quello che vogliamo.

Sai già qual è la taglia migliore per te? Ottimo! Ma non finisce qui…

Non solo la taglia è importante

Per scegliere le scarpe da corsa giuste non basta sapere la taglia del piede, ma anche il suo tipo, e in particolare il modo in cui si muove a contatto con la superficie. Come verificarlo?

  • Se mentre fai il passo e sposti il peso del corpo dal tallone alle dita la tua caviglia si sposta all’esterno e sovraccarichi il bordo esterno del piede, allora hai il piede supinato. Solitamente accompagnato dal collo alto. I supinatori spesso lamentano le contusioni all’articolazione della caviglia, per questo le scarpe ideali per loro sono quelle con maggiore ammortizzazione sul tallone e una tomaia stabile;
  • Se poggiando il piede dal tallone alle dita la tua caviglia si sposta all’interno e camminando sovraccarichi il bordo interno del piede, allora hai il piede pronato. Spesso è collegato al collo basso e piede piatto. I pronatori spesso vengono colpiti da contusioni alle ginocchia, fianchi e colonna vertebrale, perché una pronazione eccessiva destabilizza il passo. Se questa caratteristica ti suona familiare, scegli le calzature con duri inserti stabilizzanti nella parte interna della scarpa;
  • Se mentre poggi il piede dal tallone alle dita, prima sovraccarichi la sua parte interna per poi distribuire uniformemente il peso del corpo su tutto il piede, allora hai il piede neutro. Proprio questo movimento è il più sicuro durante la corsa, perché diminuisce il rischio di contusione. I possessori del piede neutro possono correre con scarpe per i supinatori oppure con elevata ammortizzazione e con suola più alta.

Basta con la teoria, ma come verificare il tipo di piede in pratica? Basta guardare le scarpe vecchie. Guarda la loro parte più usurata. Il supinatore sfrega e inclina la tomaia nel bordo esterno della suola. Analogamente, il pronatore usura la parte interna della scarpa. Il corridore con il piede neutro consuma la parte esterna del tallone e il mesopiede.

Scarpe da running: come sceglierle in base alla superficie?

La taglia c’è, il tipo di piede c’è. Il prossimo punto della lista è adeguare la scarpa alla superficie su cui correrai. Le scarpe da uomo per correre sull’asfalto e altre dure superfici urbane devono essere morbide e ammortizzare bene il piede. Le scarpe per la corsa su strada, perché così si chiamano, le riconoscerai dalla suola alta e flessibile e da un battistrada piatto.

Il consiglio dell’esperto:

Se hai la possibilità, evita l’asfalto e scegli i percorsi sterrati (parchi, argini dei fiumi, campi). Sono molto più delicati per le articolazioni.

Preferisci il bosco alla giungla urbana? Scegli le scarpe trail running da uomo. Sono dedicate alla corsa sulla superficie morbida, per cui non ammortizzano così bene come le scarpe strada. La loro suola ha il battistrada ben marcato e molte protuberanze che aumentano l’aderenza alla superficie morbida. Più è difficile e variabile il terreno sul quale correrai, più saranno visibili le incisioni sulla suola.

E se cerchi delle scarpe da running per donne, dai un’occhiata all’articolo, in cui consigliamo come sceglierle.

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.