Aiuta a togliere i chili di troppo, fa sentire meglio e fa bene al cervello e al cuore. La corsa è uno sport che si può praticare sempre e ovunque, a prescindere dal meteo e dall’età, ma con la dovuta cautela. Per iniziare basta indossare un paio di scarpe da corsa da donna. Quali scegliere per trarre piacere da questo sport?

La vasta scelta di scarpe da running da donna può far girare la testa. A cosa prestare attenzione? Consigliamo come scegliere le scarpe da corsa da donna per raggiungere i nuovi record personali.

Quali sono le migliori scarpe per correre?

Quelle che sono adattate al tuo piede. E non si tratta soltanto della sua lunghezza e larghezza. Un elemento molto importante da prendere in considerazione è il movimento del tuo piede a contatto con il suolo. Scegliere le scarpe basandosi su questa informazione ti garantirà non solo il benessere, ma ti proteggerà anche dalle contusioni.

Nella situazione ideale sono le donne con il piede neutro. Il suo movimento è quello più sicuro per una runner. Poggiando il piede nella direzione dal tallone verso le dita, prima viene caricata la sua parte interna, e poi il peso del corpo viene distribuito in modo uniforme sull’intero piede. Il compito delle scarpe adeguate è cercare di imitare proprio questo movimento. Quindi, anche se non hai il piede neutro, puoi cominciare a correre – basta solo scegliere le scarpe giuste, e via!

Piede pronato – se spostando il peso del corpo dal tallone verso le dita la tua caviglia si sposta all’interno, allora questo è il tuo tipo di piede. Solitamente è accompagnato da collo basso e piede piatto, anche se non è una regola. Le scarpe da corsa per i pronatori dovrebbero essere dotate di elementi stabilizzanti nella parte interna della scarpa. Il passo instabile legato a questo movimento può causare dolori alla colonna vertebrale, nonché alle articolazioni delle anche e delle ginocchia.

Piede supinato – nel suo caso, durante il movimento di cui sopra, la caviglia si sposta all’esterno e il peso del corpo si appoggia sul bordo esterno del piede. Spesso è collegato al collo alto. Le scarpe da corsa per i supinatori devono ammortizzare bene per prevenire le contusioni all’articolazione della caviglia. Per questo motivo, in tali scarpe ci devono essere degli inserti sui talloni che alleviano gli urti.

Puoi verificare facilmente il tuo tipo di piede, guardando un paio di scarpe vecchie e cercando le parti maggiormente usurate. Se è il bordo interno della suola – hai il piede pronato, se invece è quello esterno – sei un supinatore. Il piede neutro consuma la parte esterna del tallone e il mesopiede.

Scarpe da running da donna: come sceglierle per non pentirsene

Quali scarpe da corsa scegliere? Ovviamente quelle comode! Nient’altro riesce a far passare la voglia di fare l’attività fisica quanto le scarpe scomode. Le scarpe da corsa da donna solitamente sono disponibili in una gamma più vasta di colori di quelle da uomo, ma questo aspetto meglio lasciarlo alla fine. Ricorda solo di scegliere le scarpe che ti piacciono veramente, così le indosserai con sorriso!

Adesso passiamo alla questione della scelta di scarpe da running per quanto riguarda la taglia.

2182

Ti piacciono le scarpe che indossa la modella? Dai un’occhiata al modello Reebok Driftium CN6648

La taglia delle scarpe da running deve essere più grande di quelle che indossi solitamente. Quindi se le tue décolleté da ufficio o le pumps da sera sono della taglia 39, per correre probabilmente indosserai numero 40 (tra l’altro ricorda le variazioni tra le taglie di diverse marche).

E non c’è nulla di strano! L’importante è lasciare un po’ di spazio alle dita nelle scarpe da running. Per cui, prima controlla come misurare la soletta e poi aggiungi circa 0,5-1 cm. Ma fallo con giudizio – ricorda che più la scarpa è lunga più è anche larga, e le scarpe troppo larghe non garantiscono assolutamente un comfort maggiore.

Lo sai che…?

Le scarpe da corsa da donna di regola sono più strette di quelle da uomo, perché i piedi delle donne non sono così larghi come quelli degli uomini. Quindi le scarpe per correre della stessa taglia per sessi differenti non avranno le stesse misure.

Il Diavolo si nasconde nel suolo

Si può correre ovunque, certo, ma non con le stesse scarpe. Per le superfici dure (le quali sconsigliamo) scegli le scarpe da donna per corsa sull’asfalto. Sono leggere, elastiche e morbide. Queste scarpe hanno un battistrada non troppo aggressivo e una suola alta e flessibile, la quale ammortizza bene gli urti.

Le scarpe trail running da donna sono la scelta per le superfici morbide e naturali, spesso ricoperte da sabbia o fango. La loro suola è dura e dotata di un battistrada ben marcato, perciò assicura una buona aderenza e stabilità sulla superficie irregolare.

Come vedi, la scelta di scarpe da corsa non deve essere casuale, e prima di acquistarle bisogna prendere in considerazione molti fattori. Adesso che conosci il tuo tipo di piede e sai dove andrai a correre, non ti resta altro che scegliere il colore preferito. Su escarpe.it hai un’ampissima scelta di scarpe da corsa da donna, le quali saranno un „puntino sulla i” nel tuo outfit sportivo!

Se sei alla ricerca anche di un paio di scarpe da running da uomo, scopri come sceglierle.

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi