Il tuo piccolino ha appena fatto il suo primo passo. Subito dopo la gioia iniziale sicuramente ti viene in mente la necessità di acquistare un paio di scarpine primi passi. Ma prima di correre a fare lo shopping, dai un’occhiata a questo articolo, in cui ti dirò come scegliere il modello giusto che favorirà lo sviluppo corretto dei piccoli piedini.

Come scegliere le prime scarpine? Quali garantiranno il miglior comfort al bimbo? Consigliamo!

Quando le prime scarpine?

Conosci il detto che la fretta è cattiva consigliera? Riguarda anche la risposta alla domanda, quando comprare le prime scarpe per bambino. Dunque, non dovresti avere fretta con questo acquisto. Se il tuo bimbo cammina con le proprie gambe all’interno della casa, dovresti permettergli di camminare il più a lungo possibile scalzo o con i calzini. È così che il bambino elabora il proprio schema di camminare, riconoscendo le varie strutture della superficie. Solo quando il piccolo comincia da solo a fare i passi fuori, superando svariati tipi di suolo – cemento, sabbia o erba – conviene iniziare a cercare le prime scarpine per camminare.

Quali scarpe per i primi passi? A cosa devi prestare attenzione?

Camminare con le prime scarpine deve essere il più possibile simile a muoversi a piedi nudi. Per cui, non se ne parla – malgrado le opinioni diffuse in passato – di scarpe alte e rigide che bloccano le caviglie e limitano i movimenti. Ovviamente, le scarpe alte con gli speroni rigidi serviranno, ma non come le scarpe per primi passi. Saranno migliori per i bambini più grandi – ad es. come le pantofole per asilo. Per ora scegli il modello con lo sperone elastico.

Dunque, la tomaia dovrebbe essere leggera ed elastica ed adattarsi ai movimenti naturali del piede. In questo caso sono preferibili i materiali naturali, che sono traspiranti e permettono ai piedini di respirare. La suola delle scarpine deve essere flessibile e piuttosto sottile per consentire la giusta attività di muscoli dei piedi – contrariamente alle scarpe rigide e pesanti. Un ulteriore vantaggio sarà la soletta profilata, meglio se realizzata in pelle, in cui il piede suderà meno.

Il consiglio dell’esperto:

Le prime scarpine per bimbo dovrebbero potersi piegare facilmente in 1/3 della lunghezza – questo è il punto di transizione dal tallone alle dita.

Stringate o con velcro?

Invece riguardo l’aspetto estetico della scarpa, conviene prestare attenzione al tipo di chiusura. Le scarpe con lacci daranno una maggiore stabilità ai piedi e ci si adatteranno correttamente. Le scarpe con strappi di sicuro verranno apprezzate dai genitori – perché sono più facili da indossare ai piedi di un bimbo movimentato. Del resto, le scarpe in questa versione il bambino potrà indossare in autonomia. Mentre conviene evitare le scarpe senza nessun tipo di chiusura – non garantiscono ai piedi il giusto sostegno.

La forma delle prime scarpe per bambino è altrettanto importante. Assicurati di scegliere il modello con le punte tonde e sufficientemente larghe, in modo che non stringano i piedini.

La taglia delle scarpine primi passi

Hai già trovato il modello che soddisfa tutte le esigenze sopra descritte? Ottimo! È il momento di passare alla scelta della taglia giusta. Perché è così importante? Le scarpine troppo piccole possono deformare i piedi. Mentre con quelle troppo grandi il bimbo può inciampare, ma anche cercare di mantenere la scarpa al piede contorcendo le dita in modo innaturale. Per questo motivo, la pratica diffusa tra molti genitori di acquistare le scarpe da bambino troppo grandi perché tanto il piede cresce in fretta, può essere molto dannosa.

Come misurare la taglia del piede? Disegna il contorno del piedino su un foglio di carta e aggiungi un centimetro di spazio per consentire ai piedi di muoversi liberamente. Se ti stai chiedendo dove acquistare le scarpe primi passi, scopri l’offerta di escarpe.it. Niente paura, se le scarpe non soddisferanno le tue aspettative, hai 30 giorni per il reso gratuito.

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.