Come preparare le scarpe per l’autunno?

Le piogge sempre più frequenti, il giorno più corto e le temperature più basse – ecco i segni dell’imminente autunno. Allora prendi dalla scarpiera i tronchetti, gli stivali, le polacchine o le chelsea boots, preparandoti a questa stagione. A prescindere da quali scarpe autunnali indosserai, devono garantirti la giusta quantità di calore, essendo allo stesso tempo resistenti al freddo e all’umidità. Quest’ultimi purtroppo non sono indifferenti per le scarpe. Come curare le scarpe per l’autunno e fare in modo che durino per anni?

A volte il solo togliere le scarpe dalla scarpiera o dallo scatolo non basta. Ti diremo su cosa concentrarsi rinfrescando le scarpe autunnali.

  • Verifica le condizioni generali delle scarpe

Dopo qualche mese passato nella scarpiera o peggio ancora nel ripostiglio, le scarpe possono non essere al massimo della loro bellezza. Soprattutto se si tratta di scarpe in pelle, la tomaia elastica è soggetta alle deformazioni. Le scarpe schiacciate da altri oggetti, sulle quali si sono create delle pieghe oppure le righe o le crepe antiestetiche, non faranno una bella figura. Per sbarazzarsene, prima di indossare le scarpe per la prima volta mettici dentro i tendiscarpe – e prendi questa abitudine ogniqualvolta togli le scarpe. Quelli in legno di cedro non solo sistemeranno le deformazioni innaturali, ma assorbiranno anche l’umidità raccolta nella scarpa.

  • Pulizia di scarpe autunnali

Se le scarpe hanno finalmente la forma desiderata, è il tempo di ulteriori cure – nello specifico, un’accurata pulizia. Il suo successo dipende dalla scelta del metodo giusto in base al materiale di cui è fatta la tomaia. Come curare le scarpe in pelle e pulirle con efficacia?

  • Se sulle tue scarpe in pelle fiore ci sono ancora i residui di terra o fango della stagione precedente, prima toglili con l’aiuto di una spazzola a setole dure. Dopodiché, con uno strofinaccio di cotone umido rimuovi lo sporco, ricordando di non bagnare la pelle sotto l’acqua corrente. Ti consiglio di leggere un altro articolo sul nostro blog, per scoprire come pulire la pelle naturale.

  • E come invece curare le scarpe scamosciate? Questo tipo di pelle non ama l’umidità, per cui bisogna pulirla esclusivamente a secco. Utilizza delle specifiche spazzole morbide dotate di gomme, con le quali riuscirai a rimuovere lo sporco difficile. Sulle tue scarpe di camoscio sono visibili ancora i residui di fango o sale? In un altro articolo scoprirai come sbarazzarsene.

  • Come curare le scarpe di nabuk? Così come il camoscio, è un tipo di pelle ruvida, ma con il pelo più morbido e più corto. La sua manutenzione non è molto diversa da quella del camoscio.

Il miglior effetto di rinfrescatura otterrai utilizzando dei prodotti dedicati ad un determinato tipo di pelle. I trattamenti per pelle fiore e per camoscio e nabuk non solo ti aiuteranno ad eliminare le macchie difficili, ma faranno sì che i colori delle scarpe saranno più vividi.

  • Come impermeabilizzare le scarpe per l’autunno?

Adesso passiamo alla parte, secondo me, più importante della preparazione di scarpe per l’autunno, ossia l’impermeabilizzazione. È lei a conferire alle scarpe le proprietà impermeabili – e queste senza dubbio servono molto in questa stagione. Scegliendo l’impermeabilizzante, ricorda di basarti sul tipo di materiale e colore delle scarpe.

Gli impermeabilizzanti più comuni sono in spray. A differenza di cere – con le quali si possono impermeabilizzare le scarpe – non modificano la texture e l’aspetto delle calzature, il che è molto importante, soprattutto nel caso di pelli ruvide. Grazie all’impermeabilizzazione con il prodotto in spray, le scarpe in pelle manterranno delle buone capacità traspiranti.

Importante!

Si dovrebbe impermeabilizzare soltanto le scarpe pulite. Altrimenti imprimerai le macchie già esistenti.

Ricoprendo le scarpe con il prodotto, ricorda di applicarlo con estrema precisione nei punti più esposti all’umidità – incollature, cuciture e linguetta. Per eseguire questa operazione scegli sempre i locali ben ventilati. Spruzza la superficie delle scarpe da una distanza di 15 centimetri e lascia alla completa asciugatura.

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi