Scommetto che quando senti o leggi le parole “scarpe da ginnastica Converse”, davanti agli occhi vedi le tipiche scarpe di tela, con la punta e la suola in gomma e con la caratteristica stellina all’altezza della caviglia. Converse All Star, perché così si chiama il modello di queste calzature, non è l’unico prodotto di questo brand. Ti invito alla lettura della mia breve guida sui modelli di Converse.

Converse Chuck 70, Jack Purcell, Star Player e One Star forse non sono così popolari come le già citate All Star, ma vale la pena conoscerle!

Converse Chuck Taylor All Star: un classico assoluto

Sebbene è difficile da credere, le Converse All Star sono state create negli anni ‘20 del XX secolo. Nel corso della loro quasi centenaria storia, hanno fatto in tempo a diventare delle vere star dei campi da basket e un must have nei guardaroba degli adolescenti ribelli e dei fan del rock. Queste calzature sono talmente famose, che sono anche comparse in alcune produzioni cinematografiche.

Le prime scarpe da ginnastica Converse Chuck Taylor All Star avevano la tomaia alta sopra la caviglia di tessuto. Attualmente la loro scelta è decisamente più ampia. Sono molto popolari le scarpe basse di questa marca, sono disponibili anche i modelli di pelle e di camoscio.

Converse Chuck 70

A primo sguardo potrebbe sembrare che tutti questi modelli sembrano uguali. Tuttavia, un occhio attento riuscirà a notate alcune sottili differenze. La prima è il materiale, nelle Chuck 70 è più spesso. Così come la suola di gomma, che rende questo modello un po’ più alto. È diverso anche il suo colore. Nelle All Star la gomma è bianca, mentre nelle Chuck 70 la sua tonalità è bianco sporco.

Converse Jack Purcell

Chuck Taylor, un cestista statunitense, non è l’unico uomo con il nome del quale è stato chiamato il modello di Converse. Un altro è Jack Purcell, un giocatore di badminton canadese. Lui ha contribuito a progettare il famoso modello di scarpe da ginnastica, che aveva il compito di assicurare maggiore aderenza sul campo. Per questo, è piaciuto subito anche ai tennisti.

Come riconoscere le scarpe Converse Jack Purcell? Il loro segno di riconoscimento è la punta di gomma più larga. Di solito semitonda, contrariamente alle All Star, dove invece crea una linea retta. La suola nelle Jack Purcell è più alta che nel modello sopracitato. La gomma è sormontata da una punta alta, ben marcata. Invece all’altezza delle dita si trova una linea netta di colore blu.

Lo sai che…?

Negli anni ‘50 e ‘60 le Converse Jack Purcell venivano chiamate „Blue Tips” o „Smilies”, proprio a causa di questa caratteristica linea blu alle punte.

Converse Star Player

Se sullo scaffale di un negozio vedi delle scarpe da ginnastica basse, simili alle famose All Star, ma con sovrapposizioni a forma di stella e freccia, sappi che hai a che fare con le Converse Star Player. Questi due elementi aggiuntivi di solito sono fatti in pelle fiore, mentre il resto della tomaia in tessuto. La sua parte superiore è stata dotata di un colletto morbido in spugna. Anche in questo modello non poteva mancare la punta di gomma, tipica per la maggior parte delle scarpe di questo brand.

Converse One Star

Per dessert ho lasciato un modello che, a mio parere, si distingue tra tutte le altre scarpe da ginnastica della Converse. Tutti i modelli da me menzionati, hanno le punte in gomma. Nelle Converse One Star è inutile cercarle. La loro forma ricorda le sneakers, perché sembrano un po’ più pesanti.

Come impone il nome del modello, One Star, ovvero una stellina adorna il lato della tomaia, come nelle Star Player. Molte varianti di questo primo sono però prive della tipica freccia. Di solito queste calzature sono fatte di camoscio, anche se le versioni di tela sono altrettanto popolari. Grazie a una solida lavorazione e a una suola in gomma, che garantisce un’adeguata aderenza, sono diventate scarpe preferite degli skater, competendo con le Vans Authentic.

Ti è venuta la voglia di scarpe da ginnastica Converse? Un vasta scelta, non solo di modelli Chuck Taylor All Star, troverai su escarpe.it!

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi