Converse e Vans – questi due brand famosi in tutto il mondo possiedono nelle proprie collezioni i modelli che possono essere definiti come iconici. Entrambi iniziavano come calzature sportive, per poi conquistare le strade delle città su tutti i continenti, entrando con grinta negli outfit delle persone che non hanno niente a che fare con lo sport. Sono meglio le Vans o le Converse? Ti aiuterò a trovare la risposta a questa domanda.

Identificare con certezza le migliori scarpe da ginnastica è impossibile – alla fine, esistono tanti gusti e stili quante sono le persone. Tuttavia, confrontare le scarpe di queste due marche dovrebbe facilitarti la scelta giusta.

Le origini sportive della Converse

Sia le Converse che le Vans venivano prodotte per gli sportivi. Le prime, molti decenni fa, conquistavano i campi da basket. Vi sono comparse già nel 1917. Qualche anno dopo nel negozio della Converse comparì il cestista Chuck Taylor, che chiese al brand di lanciare sul mercato delle scarpe più comode. Allora il produttore lo invitò a collaborare per creare insieme le migliori scarpe da basket.

Esse avevano una tomaia alta di tela, che doveva fornire il supporto alla caviglia, e anche una suola flessibile di gomma, che garantiva l’aderenza allo suolo e la libertà di movimenti. La ciliegina sulla torta era l’aggiunta della stellina sul lato della tomaia e la firma di Taylor. Ecco come sono nate le Chuck Taylor All Stars. E anche se oggi nessuno gioca professionalmente a basket con le scarpe Converse, sono ancora uno dei modelli più popolari della marca, le quali sono le scarpe perfette per tutti i giorni.

Lo sai che…?

Nel 1962 durante la partita tra Philadelphia Warriors e New York Knick, il cestista Wilt Chamberlain segnò 100 punti per la prima delle squadre. Stava indossando le Converse Chuck Taylor All-Stars.

Vans: le scarpe per gli skater

La marca Vans, è vero che ha una storia più breve della sua rivale, ma anche i suoi inizi sono legati allo sport. Nel 1966, i fratelli Paul e Jim Van Doren aprirono ad Anaheim nello stato California il loro primo negozio di scarpe. La novità fu il fatto che le calzature venivano realizzate su ordinazione del cliente – dopo averle ordinate la mattina, era possibile ritirarle già di pomeriggio dello stesso giorno.

I clienti del negozio „Van Doren Rubber Company” erano soprattutto gli skateboarder e la maggior parte delle scarpe prodotte dal brand era proprio nel loro stile. La loro base era una suola di gomma abbastanza spessa, che aveva il compito di assicurare la giusta aderenza. Le prime scarpe Vans – Authentic – diventarono subito le calzature preferite non solo degli skater, ma anche dei fan della corsa sulla BMX. Oggi può indossarle chiunque – anche le persone che non sono mai salite sullo skateboard.

Meglio Vans o Converse? Il design

Nonostante, con il passare degli anni in commercio sono comparsi sempre più modelli che si evolvevano, è possibile distinguere le caratteristiche in comune di entrambe le marche. Per prima cosa, tutte e due hanno la suola in gomma. Ma nel caso delle Vans essa è un po’ più spessa, il che può far sembrare queste scarpe più massicce. La differenza, tuttavia, sta nel fatto che nelle Converse la gomma è utilizzata anche nella punta della scarpa – è uno degli elementi più caratteristici di queste scarpe.

In secondo luogo, sulle Vans sono presenti le doppie cuciture ben visibili, fatte di solito col filo bianco. Questo dovrebbe comportare una maggiore resistenza della tomaia. Nel caso delle Converse invece non danno così all’occhio, per cui il design è più minimalista. Inoltre, in alcuni modelli di scarpe Vans – es. Old Skool – viene inserita la cosiddetta „striscia jazz”, realizzata in pelle fiore. Essa rappresenta un altro elemento tipico del design di queste calzature – anche se è dello stesso colore del resto della tomaia, si distingue per la texture.

In terzo luogo, nell’offerta della Vans sono più presenti le scarpe senza lacci – Slip On. Godevano di un’enorme popolarità tra gli appassionati di skateboard, e la facilità e la velocità di indossarle le rende delle comode e traspiranti scarpe per l’estate – anche per tutti i giorni.

Converse vs Vans: la resa dei conti

Non si può negare che i brand Converse e Vans sono attualmente i produttori di scarpe da ginnastica più famosi. Tuttavia, differiscono in modo significativo nella silhouette e nel design. Le Converse sembrano „più leggere”, per cui – secondo me – staranno meglio negli outfit più femminili con i vestitini svolazzanti. Se invece preferisci uno stile sportivo, basato sulle tendenze casual e vuoi che le tue scarpe si distinguano – opta per le Vans, di cui il design salta subito all’occhio. Le scarpe da ginnastica di entrambe le marche sono disponibili su escarpe.it. Vi troverai tutti i modelli trendy e senza tempo!

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi