Dietro il termine „scarpe” si nascondono tanti modelli diversi: stivali, scarponcini, sandali, pumps, sneakers, e tanti altri. Ciascuno ha le sue caratteristiche, tuttavia ci sono degli elementi che le uniscono tutte, ad es. la tomaia o la suola. Vuoi sapere quali sono le altre parti della scarpa? Continua a leggere!

Ciò di cui sono fatte le calzature e come sono fatte, influisce notevolmente sulla loro qualità, sulla loro durabilità e sul loro aspetto.

Struttura della scarpa: elementi principali

Una delle parti più importanti, che influisce sull’aspetto estetico delle calzature, è la tomaia. In parole povere, è l’elemento che copre la parte superiore del piede e, nel caso di scarpe più alte, anche il polpaccio o la coscia. La tomaia della scarpa di solito viene realizzata in pelle vera (fiore, camoscio o nabuk), in ecopelle o in materiali tessili e sintetici.

Un altro componente fondamentale della scarpa è ovviamente la suola. Essa ha il compito di isolare il piede dallo suolo e dovrebbe essere a contatto con la sua intera superficie, a eccezione del tacco. La suola solitamente viene prodotta di pelle o di altri materiali, in base alla destinazione d’uso delle calzature, cosa tanto importante nel caso di scarpe sportive.

Cosa influenza il comfort e la durata?

A proposito del tacco, occorre sottolineare che, anche il più basso, costituisce una componente importante della costruzione della scarpa. Si trova dietro, sotto il tallone. Può costituire una cosa sola con la suola oppure esservi inchiodato o avvitato. A volte il tacco è rifinito con il sottotacco. È un elemento sostituibile dello spessore di un paio di millimetri, più resistente all’usura, e ha il compito di minimizzare il rischio di scivolare.

Importante!

Ricorda di controllare regolarmente le condizioni dei sottotacchi. Perché se si consumano, si rovinerà anche il tacco e sarà necessario sostituirlo.

All’interno della scarpa troviamo invece la fodera. Essa avvolge il piede dall’alto e dai lati, evitando le abrasioni in questi punti. Ha anche il compito di non consentire alle cuciture e ai punti di lasciare impronte sui piedi. Invece direttamente alla pianta del piede aderisce la soletta. Svolge il ruolo simile alla fodera, ma è fatta di materiali più morbidi, per dare ai piedi il giusto comfort.

Struttura della scarpa: tomaia

Sai già cos’è la tomaia della scarpa, dove si trova e di cosa può essere fatta. Tuttavia, in modo che non sia troppo semplice, questa parte è composta da diversi elementi. Questi sono:

  • mascherina – copre la parte superiore, anteriore e posteriore, del piede e insieme al gambetto è responsabile in gran parte della forma che assume una determinata scarpa,

  • gambetto – è una componente importante della scarpa da uomo, soprattutto quella elegante. È la parte della tomaia, in cui si trovano gli occhielli per lacci. Il gambetto può essere chiuso (cucito sotto la mascherina) oppure aperto (cucito sopra la mascherina). Le scarpe con il gambetto chiuso, ad es. oxfords, sono considerate più snelle ed eleganti di quelle con il gambetto aperto (ad es. derby),

  • puntale – ovvero la punta della scarpa, che protegge le dita dei piedi,

  • linguetta – la parte della scarpa attaccata all’estremità superiore del gambetto, si trova sotto i lacci e protegge i piedi dalla pressione delle stringhe e dei fori per i quali esse passano,

  • contrafforte – l’elemento che protegge il tallone, più rigido del resto della tomaia. Il contrafforte non può essere troppo rigido, altrimenti potrebbe impedire al piede di eseguire movimenti naturali.

Altri componenti della scarpa

Se approfondiamo meglio la struttura delle calzature, ci troveremo altri elementi meno visibili ad un primo sguardo. Come per esempio l’intersuola, la quale rappresenta una sorta di “scheletro” della scarpa. Si trova tra la soletta e la suola. Serve per assicurare la giusta rigidità e la stabilità della scarpa. Un altro elemento della scarpa è il bordo attorno alle parti laterali della suola. Serve per proteggere le calzature dai danni e per impedire all’umidità di penetrare all’interno delle scarpe.

Adesso che conosci le componenti della scarpa, è il momento di conoscere i tipi di calzature. Sul nostro blog troverai degli articoli su quelle sportive e da donna.

Autore

Agnieszka Ślęzak

Anche se sembra che le Converse e i tacchi non vanno d'accordo, sono proprio questi tipi di scarpe che preferisco di più. Nel mio guardaroba prevale il nero spezzato con motivi floreali. Nella vita privata sono amante dello humour nero, degli animali e dei film di Quentin Tarantino.

Il testo originale dell'articolo è stato tradotto e adattato alla versione italiana del blog escarpe.it da Maja Sobon.

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire i servizi di prima qualità. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.

Chiudi